20111217

Mario Monti e la merda


Io l'ho detto subito, a questo punto meglio che rimanga Berlusconi, piuttosto che venga eretto a salvatore della patria il capitalista buonista che con gentilezza ti incula il triplo. Il nano complessato metteva in risalto e amplificava le contraddizioni del sistema. Se fosse rimasto forse saremmo falliti davvero in fretta, lo stato sarebbe presto crollato sotto i colpi di quel vero eversivo e dei suoi scagnozzi. Il sistema ovviamente non poteva permetterlo e hanno rimosso il nano prima che il nano li facesse sprofondare tutti con lui. Ma ormai è tardi.
Il collasso del capitale avverrà comunque e ci aprirà le porte verso nuovi orizzonti, a noi e a tutta l'Europa. Darà il via a pulsioni sotterranee fortissime. A un nuovo '48 forse.
Falliremo lo stesso ma fra qualche anno. E facendo un tonfo ancora più grande. E rialzarci sarà ancora più difficile. Ma noi siamo pronti. E consapevoli dei rischi...Perché l'avanzare di questa crisi del capitale è inesorabile e si aggraverà sempre di più, la crescita infinita è impossibile in un mondo finito. L'unica alternativa che ha sempre avuto l'impero per non perire è stata distruggere per ricostruire. Cioè provocare nuove guerre. E di conseguenza nuove dittature militari. Purtroppo per loro però, questa volta, a differenza del passato, altre guerre non faranno che accelerare il processo di auto-distruzione. La necessità di risorse del capitalismo mondiale è in costante aumento, ma queste sono sempre più care e rare. Anche la popolazione è in continuo drammatico aumento. Il nostro habitat è sempre più compromesso, e di questo passo più prima che poi collasserà. Il capitale finirà per perire perché il pianeta glielo imporrà. Ma se sarà solo PachaMama a battere i pugni sul tavolo non ci sarà spazio per una nuova umanità. Se ogni individuo non si prenderà le sue responsabilità, se continueremo a delegare le decisioni della nostra vita a qualche tipo di autorità, se la coscienza e la conoscenza continueranno ad essere secondarie, allora se avremo un'altra possibilità di iniziare questa sarà di nuovo sprecata. Solo se l'umanità maturerà potrà instaurarsi una società basata sulla solidarietà. E per maturare dobbiamo affrancarci da ogni autoritarismo. Come degli adolescenti che lasciano la casa dei genitori per diventare adulti, l’uomo come individuo prima e l'umanità come complesso sistema di individui coscienti poi, devono abbandonare la protezione che gli danno questi vecchi padrastri ubriaconi violenti e codardi e stolti che ci vogliono portare alla rovina, liberarsi da questi falsi sistemi democratici che non sono altro che nuove forme di dominio, superare questa fase neo-medioevale di incoscienza e ignoranza, seppellire una volta per tutte i grotteschi riti arcaici come quello cristiano o quello ebreo o quello islamico, smettere di delegare la “giustizia” a terzi e occuparsi di persona delle proprie controversie con il prossimo... in definitiva liberarci da tutto ciò che ci rende schiavi per iniziare a vivere in una società libertaria, perché ogni individuo possa prendere coscienza di sé stesso e della comunità e diventare così parte di un tutto. L’importante è che ognuno viva in simbiosi con la natura e con il prossimo, che ognuno di noi capisca che tutto ciò è inevitabile, o non ci sarà più umanità. Un complesso sistema di individui coscienti, come un formicaio dove ogni formica avesse coscienza di sé stessa e un'intelligenza individuale. Il salto di qualità lo si può fare solo così. L'umanità nuova non può che essere una super-intelligenza formata da intelligenze individuali, tutte volte all'unico obbiettivo possibile. L'unico scopo che può avere ogni forma di vita. Quello di perpetrare sé stessa. Almeno nel ricordo. Almeno nella speranza, remota, che un giorno un altro Pianeta Vivente abbia informazione di ciò che fu questo... Se no alla fine spariremo come sparisce una bolla di sapone. Puff...

P.S.: - Aho! Ma che c'entra tutto ciò con Monti e la merda? -

- Perché non si è capito? -


20111201

Morte dell'arte

Un attore, un pittore, un montatore, uno scrittore, un decoratore... L'arte italiana, in punto di morte, si associò tutta a quest'epitaffio:



Luca Di Giovanni, prima di abbandonare il mondo dell'arte per passare a miglior vita, partecipò al film Ultima Trasmissione. Se volete godervi il suo personaggio potete farlo scaricando il film da questo blog o cliccando sul link di youtube.
In ogni caso avviso Luca che noi stiamo preparando il prossimo film. E contiamo con la sua partecipazione... è un film di ZOMBIE!

20111122

Mare Nostrum


La società orwelliana di "1984" è lì, da decenni, e come nella “Fattoria degli animali” le parole scritte sul fienile cambiano senza che nessuno sembri accorgersene. Ma il Grande Fratello imponeva i televisori ai propri compagni, mentre noi scegliamo liberamente di piazzare monitor ovunque, decidiamo liberamente di attaccarci il nostro cervello e di delegargli i nostri pensieri.
I due autoritarismi, quello capitalista e quello marxista, si sono fusi in un perverso, e a vederla oggi inevitabile, gioco di oppressione, che tramuta i più in zombie decerebrati ebeti e felici di poter scegliere tra le poche tranquillizanti opzioni che gli vengono "offerte", perdendo così ogni originalità individuale. Oppressi e felici di esserlo!

Fino a pochissimi mesi fa si esaltava la rivoluzione egiziana. I giovani arabi che si scontravano contro le armi del regime di Moubarak erano rivoluzionari moderni che utilizzavano il web per organizzare le proteste ed amplificare il loro messaggio di libertà contro satrapi che lì opprimevano da decenni. Il temibile regime egiziano uccideva centinaia di martiri a piazza Tahir. I mezzi di informazione occidentali almeno riflettevano questa realtà, quando invece l'impero stava semplicemente approfittando della situazione per portare a termine un colpo di stato utile ai propri interessi. Ora che riprendono le proteste contro i poteri messi lì dagli occidentali, gli stessi ragazzi vengono chiamati ribelli, non si parla più di rivoluzione ma di scontri tra il governo e i giovani radicali. Si avvicinano le elezioni, l'occidente sta per mettere il tappo definitivo alle aspirazioni di libertà dei giovani del Maghreb. Arriva la "democrazia"!
Ma le rivolte arabe tentano un nuovo scatto contro i neo-satrapi “liberatori”.
Il regime ha cambiato il lessico, in sei mesi, e ora i buoni borghesi occidentali non verranno più sferzati ad appoggiare i rivoluzionari del Nord Africa dai loro amati TG di regime. Camaradas africanos, non contate sull'appoggio delle sinistre borghesi europee, l'attenzione dell'impero nasconde sempre un' inculata. Non mollate, la vostra lotta è la nostra lotta. Il crollo del capitalismo in Europa e la liberazione della coste africane dall'oppressione dell'impero potranno ridare fiato a tutto il Mediterraneo, che dovrà ritornare ad essere un luogo di scambio di Culture e non di schiavismo e mercanteggio becero. È necessario continuare a lottare, se no il Mare NOSTRUM, culla delle prime straordinarie civiltà dell'umanità, perirà schiacciato dalla crescita infinita. E noi con lui.

20111117

La TAV di Interesse Strategico Nazionale!


Mentre tutti i buoni borghesi che lottano per un mondo migliore dal loro divano fremevano aspettando di veder cadere il nano complessato, lui annunciava che si sarebbe levato dalle palle dopo l'approvazione della legge di stabilità. E quindi tutti ad aspettare fremendo che questa legge di stabilità venisse approvata, per poter stappare la bottiglia di Moet&Chandon che riservavano da 20 anni. Nessuno che si sia chiesto che cosa cazzo era sta legge di stabilità. Nessuno che l'abbia spiegata, almeno prima dell'approvazione. I pochi che hanno detto di cosa si trattava lo hanno fatto in mezzo ai fuochi artificiali e non si è riusciti a sentirli.

Ve la riassumiamo qui, così per dare un idea di come ci inculavano mentre tutti si divertivano e festeggiavano: ci sono incentivi per la flessibilità, tradotto: precariato ancora più selvaggio; aumenti sulle accise nel 2012 e nel 2013, tradotto: ci rubano ancora più soldi; liberalizzazione dei servizi pubblici, tradotto: continuano a svendere i nostri beni comuni e probabilmente si puliranno il culo con il referendum di quest'anno che obbliga le municipalizzate a rimanere pubbliche; riforma delle pensioni imposta dai banchieri europei, tradotto: rubano i soldi che i lavoratori hanno versato per decenni per avere una pensione.
E dulcis in fundo dichiara la Torino-Lione, cioè la TAV, di “interesse strategico nazionale”, quindi tutte le aree interessate, come la Val di Susa, saranno militarizzate per legge. E chi vi si introdurrà sarà punito a norma dell'articolo di sto cazzo che prevede che intanto la TAV NON LA FATE LO STESSO!!! Non molleremo mai. Ci dovete ammazzare tutti. Non vi permetteremo più di devastare la nostra terra, stolti capitalisti bastardi. Ne va delle nostre vite, del futuro delle prossime generazioni.
Noi siamo i giusti, loro, e tutti quelli che li seguono, sono solo degli ignobili deficienti.

20111116

Umiliati


Gente che festeggiava a Palazzo Grazioli, al Quirinale... tutti felici... e io che rosicavo. Io che quasi quasi preferivo un mafioso locale che un banchiere tedesco. Anche io credevo che avrei fatto festa il giorno che il nano complessato fosse caduto (ma è poi veramente già caduto? E i 20 canali televisivi? E Mondadori? E le assicurazioni? E mediobanca? E tutti i tentacoli del "Caimano"?).
Ma anche questo mi hanno scippato. Neanche la gioia di brindare alla caduta del re nudo ci hanno permesso. Anzi, abbiamo anche subito l'umiliazione - e che umiliazione! - di non cacciarlo noi dal potere, ma di vederlo rimosso da poteri più forti di lui, dai banchieri massoni, da nani complessati stranieri... con il differenziale tra i bond tedeschi e quelli italiani... e sali sull'autobus e senti la vecchia di settant'anni che parla preoccupatissima dello spread!!! E la gente festeggia. E Bianca Berlinguer è raggiante di felicità. E un governo di politici corrotti e mafiosi è stato sostituito da un governo di banchieri fallimentari, che per difendere i loro capitali dalle speculazioni finanziarie ora ruberanno e devasteranno il poco che ci rimane. Abbiamo come ministri l'amministratore delegato di banca intesa e il consigliere di banca intesa.
E come presidente del consiglio... va beh, lasciamo perdere va.
Beati quelli che sono contenti, beati quelli che guardano il Tg3 e festeggiano. Affogheranno nella loro propria merda con il sorriso sulle labbra, beati e giocondi. Meglio che farlo incazzati e bestemmiando, no?
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

P.S.: COMPAGNI!?! A quando le nuove mobilitazioni? Ora che ci siamo anche scrollati i pdini buonisti/capitalisti dalle s-palle possiamo iniziare un vero antagonismo senza il rischio di spaventarli! Dai! Compagni dove siete? Dove cazzo sieeeeteeeeeee?
Nel frattempo mentre aspettiamo risposta vi consiglio di riprendervi un pò della vostra sovranità cerebrale, guardate il nostro film o scaricatelo gratuitamente da questo blog:
ULTIMA TRASMISSIONE e la vostra ulcera ne trarrà giovamento.

20111111

Svolta?


La democrazia non si difende più, neanche di facciata. Il capitale si rende conto che il tracollo è vicino e irrimediabile, e nel tentativo di allungare ancora un po' l'agonia perde ogni pudore.
Dopo aver scippato il popolo greco dal diritto di decidere sul proprio futuro, ora tocca al popolo italiano. Cade un governo ma non ci saranno elezioni, neanche i loro metodi di facciata, le regole che ci hanno imposto nella costituzione, vengo più rispettate. Troppi pericoli si corrono, troppi squali nel mare, troppe incognite. Il Mov5stelle potrebbe assumere un ruolo importante dentro il parlamento, i partiti di regime sarebbero spazzati via in questo momento da un popolo esausto dal tanto sfruttamento di questi satrapi, l'astensione potrebbe essere altissima e restituire un parlamento ancora più indebolito, una democrazia ancora più agonizzante.
Quindi commissariamento estero immediato e indiscutibile. Noi non dobbiamo decidere un cazzo. I celerini di merda che ci massacrano alle manifestazioni potrebbero iniziare a rendersi conto che non rispondono più neanche allo stato italiano, ma a quegli stessi capitalisti stranieri che lo mettono in culo pure a loro. Schiavi deficienti svegliatevi! Sgozzate i vostri dirigenti corrotti e asserviti e unitevi al popolo!

Ora ci tocca il capitalista buono, il preside della Bocconi, che si cala le brache davanti alle imposizioni che arrivano dagli yankee, dai francesi e i tedeschi.
Ci deruberanno anche il poco che ci rimane. Perché siamo tornati ad essere, incredibilmente e nostro malgrado, il fulcro dei destini dell'occidente! Se crolla il capitalismo in Italia seguono a ruota Spagna e Portogallo e quindi la Francia. Se crolla la Francia crolla l'Europa, se crolla l'Europa finisce il capitalismo! Siamo in un periodo di svolta, ma non siamo per niente pronti ad affrontarlo...
Se gli indignati italiani sono sempre i soliti quattro disobbedienti deficienti, se il Mov5Stelle pensa veramente di poter trovare soluzioni per questo paese in una sorta di capitalismo buono, se la sinistra radicale è Vendola... se nessuno, in fondo, è disposto a rinunciare a nulla di ciò che ha già in saccoccia, né a un pizzico della propria comodità borghese... allora ci metteranno un attimo a farci sprofondare ancor più nella merda.

20111103

Bianca Berlinguer vs Democrazia


Il direttore del tg3, Bianca “Indegna di questo cognome” Berlinguer, che ha ridotto l'unico tg che uno poteva guardare nel salotto di D'Alema & Co., paladina dei democratici più reazionari, ieri ha detto che “purtroppo” la Grecia andrà al referendum e questo sta avendo effetti catastrofici sull'Europa. Non risulta curioso vedere come davanti alla possibilità che il popolo greco dica la sua sulle iniziative di politica economica che devono essere applicate in Grecia, cioè che si applichi un vero processo democratico dove il popolo decide il proprio destino, i “veri democratici” su tutti i media abbiano dichiarato che la decisione del governo Greco è scellerata, folle e disastrosa? Io capisco la preoccupazione della Berlinguer, tutte le sua obbligazioni, le stock options, le sue svariate case e interessi, se crolla il capitalismo crollano con lui. E lei potrebbe ritrovarsi su un autobus per andare a reperire del cibo di fianco a qualcuno che la riconosce, e che si ricorda cosa diceva e faceva “prima”...

Però risulta più difficile accettare il sarcasmo volgare di una completamente scollata dalla realtà che pretende di raccontare. Infatti poi Bianca, non contenta, ridacchiando, ha detto che i greci almeno stanno peggio di noi, e che il governo Papandreu ha rimosso i vertici dell'esercito per paura di un colpo di stato. Ridacchiando, come fosse una battuta...

Questa crisi finanziaria sta facendo cadere definitivamente le maschere dei democratici. Il popolo si sottomette, si inganna, si deruba o si uccide, ma MAI va consultato, se non per cose futili come scegliere il rappresentante della dittatura finanziaria che lo governa. E i peggiori sono proprio quelli come la Berlinguer. Peggio di un Vespa qualsiasi. Almeno quelli li conosci e li eviti. Mentre questi passano per i buoni. E Invece sono quelli che se e quando prenderanno il potere ci faranno rimpiangere il nano complessato, si caleranno le braghe davanti ai banchieri europei in cambio di un po' di soldi e un po' di potere, e ci porteranno sempre più vicino a una dittatura militare, ultima difesa del capitale. E continueranno a sputare sentenze senza che nessuno possa replicare, con il loro buonismo del cazzo, sentendosi anche dalla parte del giusto. Gli ignoranti, saccenti, stolti, disonesti e volgari personaggi come Bianca, sono i nemici più pericolosi. SIAMO STUFI DEGLI ITALIANI COME VOI! DOVETE SPARIRE! Ma visto che non lo faranno se li vedete per strada almeno sputategli in faccia, echecazz...

20111102

Colpo di scena


Il popolo greco ci salverà dal FMI, dalla BCE, dalla Banca Mondiale e da tutti i becchini del capitalismo?

Oggi son giorni di speranza. L'attaccamento al potere di un vecchio bastardo come Papandreu è l'inizio della fine dell'Europa. Le stesse caratteristiche che hanno portato il capitalismo a dominare sono quelle che lo faranno crollare. Lo sfrenato egoismo del singolo, porterà alla fine del sistema e, se questa fine non sarà TOTALE, potremmo iniziare a configurare una NUOVA UMANITA', basata sulla solidarietà, la comunione dei beni e la simbiosi con Pachamama.

Un referendum in Grecia che bocci le misure imposte dai banchieri europei scatenerebbe il panico nel mondo della finanza e l'apocalisse del capitalismo in Europa. Infatti il nano francese si è subito premurato di minacciare il ritorno della guerra su suolo europeo... La Francia è quella che rischia di più, da grande potenza mondiale si troverà presto al livello di Italia e Spagna, cioè nella merda, forse anche più di noi, che almeno siamo abituati a sguazzarci, nella merda. I neo-colonialisti rimarranno con le pezze al culo, così impareranno a non comprare sovranità nazionale di altri paesi, con lo scopo di imporgli la propria politica economica. Sappiamo che la TAV è imposta dai francesi, che i Carrefuor oramai hanno invaso tutta la Spagna, noi siamo invasi dagli Auchan, e che la politica economica di Zapatero si decide a Parigi. Almeno la nostra la decidono le mafie locali...

La caduta del capitalismo comporterà miseria e morte, i capitalisti moriranno uccidendo, dobbiamo stare attenti, sono pericolosi. Le minacce del nano francese non vengono a caso. Ma non dobbiamo scoraggiarci. La lotta continua.

Forza popolo greco, da bisfrattati dell'Europa ad ago della bilancia dei destini del continente! Resisti, faranno di tutto per far fallire quest'opportunità, è l'ora riscatto!


20111029

20111024

Mussolini come Gheddafi

Dopo 65 anni il potere dell'impero non varia di un millimetro le strategie di annessione delle nuove colonie. Dimostrandosi tra l'altro sempre più scontato...

Mussolini fu consegnato nelle mani dei partigiani perché lo linciassero in modo da impedirgli di parlare dei suoi strettissimi rapporti con Churchill e compagnia bella. Non mancarono immagini del nano complessato appeso a testa in giù da dare in pasto alla stampa.
Con Gheddafi hanno fatto la stessa cosa. Il nano francese e il negro infame hanno preferito che non si sapessero talune cose sui loro rapporti con quello che fu il capo dello stato libico.
E anche ciò che è avvenuto nei mesi precedenti in Libia è simile a quello che è avvenuto in Italia nel 43'/45': divisione della popolazione tra buoni e cattivi, gente vicino al regime e gente contraria al regime, lealisti e ribelli, fascisti e partigiani; bombardamenti indiscriminati e violentissimi su tutto il territorio nazionale... e poi la democrazia!
Quindi ora sappiamo anche cosa succederà dopo le “rivoluzioni arabe”. Del resto lo dicono anche i giornali, senza pudore.
Finalmente arriva la DEMOCRAZIA-CAPITALISTA, quella già sperimentata e che così buoni frutti ha dato da noi!
Non si può che festeggiare, no? Noi che facemmo? Festeggiammo no?
Eddaaai!

20111021

Telecittadini, avanti il prossimo!


Hanno licenziato Gheddafi.

Quello che è successo il 15 a piazza San Giovanni verrà rigurgitato velocemente dal tritatutto dell'informazione globale. Un acquazzone a Roma, un despota linciato e i black blok sono già un ricordo sfumato nella mente del telecittadino. Immaginiamoci se non ci fossero neanche stati scontri e devastazioni sabato, la manifestazione sarebbe già stata cancellata da una stratificazione di notizie mooolto più succose... ma grazie “alle indicibili violenze di questo nuovo terrorismo urbano” avremo ancora un ricordo sfumato a pagina 10 per 2 o 3 giorni. Ma tranquilli, già questo fine settimana un nuovo appassionante omicidio metterà fine a ogni nostra riminiscenza dei terribili giorni che furono!

Ci si è lamentati tanto, ma piuttosto che rispondere con delle proposte concrete e pacifiche ci si è fatti deprimere come dei bimbi capricciosi, e tutti si è tornati a casa a riempirci le panze, e come al solito non si è dato un seguito a un cazzo di ciò che si proponeva. Assemblee permanenti, occupazioni con tende in vari luoghi della città... nada de nada.

Questi pacifici borghesi così prevaricati nei loro diritti rispondono sempre con determinazione! Coi fatti e non con le chicchere! Eh?

Va beh, la buona nuova è che il vostro despota nano, che faceva i festini con il despota libico fino all'estate scorsa sotto il tendone a Villa Panphili, stanotte, dopo aver visto le immagini del suo ex amicone linciato... ha avuto gli incubi.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se volete riprendere a far girare i neuroni del cervello dopo giorni e giorni di tg e talk show, guardatevi ULTIMA TRASMISSIONE, noterete delle strane affinità con la realtà, pur non percependone le differenze...



20111017

I lividi degli indignati

La polizia poteva intervenire prima e in maniera mirata. Non l'ha fatto. E' intervenuta dopo e coinvolgendo tutti.


Le ragioni dei violenti


La prima, e fondamentale, è che quando la polizia è discreta e non rompe il cazzo, cioè quando non vuole che ci siano casini, i casini non ci sono e il Social Forum di Firenze del 2002 ne è la prova. E ieri non è stato il caso, ovviamente. Come si vede dalle immagini che abbiamo streammato in diretta da piazza San Giovanni e ripreso con i nostri intrepidi operatori(a breve pubblicheremo anche quelle, un'anteprima è anche stata pubblicata da Ilfattoquotidiano: “la manganellata”) la polizia non solo non è stata discreta, ma anzi pareva giocare con i ragazzi, dargli corda perché si sfogassero in una piazza, senza andare troppo in giro a fare casino, il tutto a beneficio dei cronisti sciacalli lì presenti e della retorica dei politici servi. La "violenza" sarà sempre strumetalizzata dal potere, ma dovremmo anche essere abbastanza intelligenti da distinguere ormai, no?

La seconda è che quando una manifestazione è pacifica passa assolutamente inosservata e a medio termine è già ininfluente ai fini della battaglia per le nostre libertà. Vedi mega-manifestazione mega-multitudinaria e super-pacifica, 3 milioni di persone sull'art.18, sempre nel 2002. La manifestazione in previsione della quale uccisero Marco Biagi. Ecco, come se non fosse successo niente... e ora infatti hanno attaccato anche l'art.18. Ci si può aspettare che dopo 15 anni manifestando pacificamente contro i farabutti della cosiddetta seconda repubblica a qualcuno possa anche venire in mente di sperimentare qualcosa di diverso, almeno per sfogo...

La terza è che dimostrare conflittualità e ribellione è tipico della giovane età ed assolutamente non condannabile. Perché è il fuoco vitale di una comunità la spinta delle giovani generazioni. E mi sembra evidente che una generazioni di giovani/vecchi, vecchi nel senso che come chi è anziano non hanno un futuro davanti e il presente fa schifo, si incazzi e voglia sfogarsi, come può e come gli consentono, contro il potere che li opprime e deprime. Capisco che chi voleva fare una manifestazione pacifica si sia sentito schiacciato dall'irruenza di alcuni, e sia irritato per questo, ma non penso che la loro forma di lotta sia più efficace di quella dei "facinorosi". Oltretutto la gran parte delle voci che si alzano in tal senso sono di gente ben oltre la giovane età. E infine era evidente da settimane che tutto ciò sarebbe successo...

Con questo non voglio dire che gli scontri servino a qualcosa. Nello specifico gli scontri di ieri a Roma secondo me sono andati contro gli obbiettivi che si propongono:

Distruggere la città, le macchine, bruciare cassonetti, negozi, vetrine, ecc. non fa altro che accrescere il Pil. Mi sembra una stronzata distruggere cose che poi il capitale ricostruirà a discapito del nostro habitat e delle risorse del popolo.

Doversi mischiare a chi marcia pacificamente è una prevaricazione. Ed è anche vigliacco nascondersi tra civili inermi. Non c'è niente di anarchico nel calpestare le libertà degli altri.

Menarsi con le guardie lo si poteva fare in altri posti, senza rompere il cazzo a chi manifestava. A Genova almeno c'era un fantomatico obbiettivo, la zona rossa, ma ieri l'obiettivo queal è stato, cari compagni-strateghi?

Invece lo scontro con i mercenari assassini addestrati come cani non lo disapproviamo affatto in questo blog, com'è evidente da post precedenti, e le immagini allegate a questo testo mi sembrano una giustificazione sufficiente... Anche se è evidente che nel 2011 la disparità di forze è incolmabile, ma è bene che ci sia una conflittualità con le forze repressive dello stato, pur nella sterilità di risultati "militari", è importante a livello di propaganda. Denigra lo stato e lo avvicina al collasso. Temo che ieri però questo non sia avvenuto... proprio perché la polizia non ha represso un granché, sembrava piuttosto lasciar fare...

Lo stato è troppo forte, volgarmente alimentato dal capitalismo, non si può che aspettarne il prossimo collasso. Pacifica o violenta, un tipo di manifestazione o un'altra non cambierà l'esito. L'importante è manifestare, perché ci si incontra, si discute e si socializza. Cosa che altrimenti è sempre più difficile. Si socializza anche in mezzo agli scontri, anzi forse più in mezzo agli scontri, si crea solidarietà intergenerazionale, cosa difficilissima altrimenti in altri contesti, attualmente. E poi la discussione ci fa evolvere, ci coscenzializza maggiormente, quindi ci rende più forti nella nostra lotta contro il capitale, prima individualmente e poi collettivamente. Continuiamo a partecipare, instauriamo assemblee permanenti nei condomini, nelle scuole, nei luoghi di lavoro, nelle palestre, nelle associazioni, decine e decine in ogni dove, anche perché se sono poche saranno sempre prese in ostaggio dalla burocrazia dei “compagni”, lavoriamo per arrivare ad un vero sciopero generale ad oltranza, facendo fuori i pseudo-sindacati che devastano la vita dei lavoratori a favore del capitale, fondiamone di nuovi, di libertari e continuiamo a manifestare, sempre di più, sempre in piazza, scontri o non scontri, violenza o non violenza, non c'è più tempo per fare gli schizzinosi...


20111016

Li ho visti.


L'han fatto di nuovo, li ho visti.


Ho visto tizi dar fuoco ad auto e cassonetti, sfondare le vetrine di banche.

Ho visto gli sbirri dietro gli angoli delle strade star lì a non far niente.

Li ho visti proteggere i Palazzi del Potere e li ho visti lasciar passare i "violenti"

Ho visto i "violenti" oscurare le telecamente e marciare indisturbati.

Ho visto la piazza, le telecamere, le magliette, i genitori coi bambini arrivare in piazza e attendere il resto del corteo.

Ho visto poi gente scappare.

Ho visto i blindati arrivare e iniziare a correre nella folla.

Ho visto i lacrimogeni lanciati contro di noi, ho visto gli idranti.

Ho visto sparire i ragazzi vestiti di nero e ho visto tutti intorno a me coprirsi il volto per limitare l'effetto dei lacrimogeni.

Poi ho visto gli sbirri avanzare e indietreggiare, rincorsi da chi era in piazza, decisamente indignato anche perchè aspettava l'arrivo del corteo e gli sbirri hanno impedito al corteo di arrivare.

Ho visto gli applausi. Ma non erano alle cariche, carissimi idioti privi di acume e impermeabili all'ironia!!!

Ho visto i lacrimogeni sparati verso chi voleva uscire dalla piazza e camminava di lato, ordinatamente, a mani alzate.

Ho visto un'auto dei carabinieri arrivare con le sirene, ho visto una folla inferocita corrergli contro e li ho visti scappare!

Ho visto le cariche che spingevano persone chiuse in trappola, ho visto due blindati dei carabinieri tamponarsi a vicenda.

Ho visto un blindato spingersi contro la folla tanto da restarne bloccato.

L'ho visto, ovviamente, bruciare.

Ancor peggio ho visto i tg.

Come se non fossero stati in piazza i giornalisti, come se non avessero visto tutto questo anche loro.


Insomma, ho visto gli infami!


20111015

La violenza ad uso e consumo della TV

Il Potere non sa rispondere alle ragioni degli indignati. Per cui l'unica strada che sa trovare per affossarli è criminalizzarli. Se per caso dovessero essere violenti, beh, allora tutto diventerebbe più semplice. Le loro ragioni sparirebbero d'incanto per lasciar spazio alla condanna, all'accusa. E se violenti non sono allora ce li fa diventare, per di più davanti alle telecamere. E' una storia lunga decenni che continua a ripetersi. Qualche provocatore e l'intero corteo diventa di violenti. E in questo sistema il primo nemico da combattere diventa uno solo: la televisione. Attraverso la televisione e alla sua rilettura della realtà il Potere è in grado di distruggere tutto quel fermento positivo in seno alla popolazione.
Sarebbe bello poter sabotare la spazzatura televisiva e vomitargli addosso un po' della nostra rabbia. Noi, in parte l'abbiamo già fatto. Con questo film.



Scaricalo gratuitamente qui

o guardalo in streaming qui:

Ultima Trasmissione Streaming gratuito


20111006

La destra sociale non esiste



La destra sociale è un ossimoro, una contraddizione in termini.
La Destra, ché ché ne dicano al Tg, è sempre stata ed è per definizione e nei fatti, conservatorismo, liberismo sfrenato, quindi capitalismo, stolto patriottismo, razzismo e, almeno in occidente, cattolicesimo.
Allora come può la destra essere tutto, o parte di ciò, ed essere anche sociale? Quindi, socialista?
Al massimo la destra di un ex-socialista come il nano appeso a testa in giù a piazzale Loreto, questo è la destra sociale... l'abbiamo già vista in azione.
Tutte queste assurdità risultano plausibili solo perché siamo in continua caduta culturale. L'ignoranza ormai è assoluta. La cultura del nostro paese irrimediabilmente distrutta, ridotta a isole di stereotipizzazione di ciò che fu. Spesso solo per puro lucro, come sono le sagre. Invece nella quotidianità la ricchissima e straordinaria cultura italiana è stata sostituita dalla cultura dell'impero.
La cultura è il bagaglio di conoscenza di un popolo, ne determina le aspirazioni e le paure. Ecco noi quel bagaglio lo abbiamo perduto, forse irrimediabilmente, e le nostre aspirazioni e le nostre paure ormai sono identiche a quelle di uno statunitense medio. Ci vorrebbero far credere che la destra sociale ha a cuore il futuro del popolo italiano, in realtà alimentano la morte della cultura italiana, lavorando di fatto, per chi questa cultura la vuole appunto distruggere. Questa deriva dei cervelli fa si che possano arrivare dei cerebrolesi, ignoranti quanto tutti gli altri, ma un po' più farabutti, e inventarsi mille panzane, tipo questa stronzata della destra sociale, e tutti a dargli credito, piuttosto che ridergli in faccia.
L'obiettivo non lo scopro io, è chiaro da decenni. In prevalenza si tenta, nei primi anni dell'adolescenza, quando per età si è più facilmente ribelli, di indirizzare i ragazzi verso dei movimenti sedicenti sociali, che non siano avversi al sistema, sapendo che se uno lo catturi da piccolo poi è difficile perderlo da grande. È puro proselitismo becero fatto da ragazzotti messi lì dalla classe dirigente per controllare il dissenso giovanile (ce n'è altro?) e indirizzarlo verso aree dove poi si cerca di imporre una “cultura” più consona alla conservazione, appunto.
Ho vissuto per anni in via Napoleone III, a Roma. Nel palazzo accanto al mio ad un certo punto ci fu un'occupazione. Quella che poi è diventata la sede di Casa Pound Italia. Ecco, scrivo questo post perché parlo con cognizione di causa. Lì ho visti nascere... e poi li ho visti tutti i giorni “in attività”. La cosa che più richiama l'attenzione è che ogni volta che c'è una manifestazione, Casa Pound (poraccio Ezra...), e tutto l'isolato di via Napoleone III dove si trova, viene presidiata dalle forze dell'ordine, con 2, 3 e anche 4 e 5 camionette, e, a seconda della manifestazione, anche da decine di agenti. Ogni volta. Chi conosce la via saprà anche che vi passano svariati tram. Nonostante questo per ore l'isolato viene chiuso, e anche il traffico di conseguenza, il tutto solo per difendere i camerati. Cosa mai vista per nessun altra occupazione, anzi, quando li vedi in forze così massicce è solo per sgomberarti...
Un'altra cosa piuttosto patetica e grottesca è il complesso dei quattro pseudo-intellettuali che devono costruire l'immaginifico del “movimento”, che si palesa nei cartelli assurdi con i quali vengono tappezzati i quartieri della città e che hanno l'intento di dettare una linea “culturale” alla destra sociale, che ovviamente ha un enorme complesso in quel senso, quindi si appropria di tutto ciò che non ha mai mostrato un suo attaccamento a qualcosa che per loro può essere di sinistra. Per esempio ho visto cartelli che rivendicavano Rino Gaetano come autore musicale di riferimento, loro De Andrè probabilmente se lo devono ascoltare di nascosto... Oppure il mitico, “Aprendimos a quererte” con l'effige del “Che”. Tutto questo intercalato a conferenze sul craxismo, e a attività volte a dare una parvenza di socialità/socialismo al movimento, tipo il mutuo sociale, il dopo scuola fascista, campagne di difesa dell'ambiente... tutte ovviamente strumentali e volte solo alla propaganda.
Se ci fossero dei dubbi su che tipo di gentaglia disonesta è questa, che da una parte cavalca l'odio da ultras per la polizia dei ragazzi e dall'altra è culo e camicia con i celerini, vi rimando al video postato, da non perdere per chi non lo avesse ancora visto. Un paio di dritte di prima mano: il tale che si chiama Francesco, come viene chiamato confidenzialmente dai suoi amici le guardie al 4', e che chiede di non picchiare i “suoi” ragazzi, l'ho visto con i miei occhi decine di volte davanti a Casa Pound, e anche il tipo roscio che prende le mazzate in prima fila di fianco a lui. Secondo me ogni ragazzino che è attirato dai discorsi di questi personaggini, e più che dai discorsi mi sa che sono attirati dal testosterone e dalla AS Riomma o la SS Lazie, prima si leggano due libri, che non gli fa male, e poi si guardino attentamente queste immagini.
Restano dubbi?

20110916

Più qualità!


Nuovo link per visualizzare il film su megavideo, ad una qualità + alta:


Ultima Trasmissione Streaming gratuito

Ultima Trasmissione - subtitulos castellano


Seguiranno link anche su piattaforme meno ignobili, per i più schizzinosi..

LA DESTRA SOCIALE NON ESISITE!

20110703

ISTIGAZIONE ALLA VIOLENZA


ORA BASTA!
I politicanti del regime che ci opprime dovrebbero tutti essere incarcerati per il reato che secondo la loro "giustizia" si chiama di "istigazione alla violenza".
Quando delle famiglie intere rischiano la loro vita per difendere la Propria Terra, contro dei mercenari in assetto di guerra, contro dei decerebrati-drogati-salariati, le dichiarazioni di questi sghrri del regime sono così sfacciatamente arroganti nei contronti di chi lotta da nn poter essere nn prese come una vera e propria istigazione alla violenza. Alla violenza contro gli stessi che le pronunciano intendo.
Bersani è univocamente contro la violenza dei No-Tav? Casini dice che i mercenari-drogati sono degli eroi? Fassino afferma che bisogna dialogare? Napolitano spara le sue cazzate a difesa degli energumeni decerebrati selezionati ed addestrati per violentare intere popolazioni inermi? Bene. Il Fatto Quotidiano dice che autonomi e centri sociali attaccano lo stato? Bravi. Servi di merda. Se questa nn è istigazione alla violenza...
Tutti dobbiamo ribellarci. Se no finiremo schicciati di nuovo dalla peggiore delle dittature. Il nano-sultano in confronto ci sembrerà un paradiso. Un esempio di liberalismo...
Le persone per strada potrebbero incontrare un politico qualsiasi, un finto-sindacalista, o un giornalista loro lacchè, o riconoscere uno di questi funzionari così coraggiosi da affrontare vecchiette inermi in assetto di guerra... e beh, magari istigato da tanta sfacciataggine gli può passare per la testa di MASSACRARLI DI BOTTE, senza mediare parola, così uno riconosce lo stronzo che ha visto in Tibbù dire stronzate e gli salta addosso per tirargli due dritti in faccia. E poi magari continua a menarlo fino a quando non sente di aver ricevuto soddisfazione.
Magari quelli un pò meno inclini alla violenza così a freddo, si portano dietro una bomboletta spray al peperoncino per essere pronti a spruzzargliela in faccia. Come fanno i mercenari contro le vecchiette che presidiano le Loro Terre dall'attacco dello stato assassino, anche se lo stato utilizza gas cancerogeni...
Se vi capitasse di cadere in una così riprovevole tentazione, consigliamo di nn mediar parola alcuna con tali personaggi. Agite senza proferirne alcuna. Al massimo, a lezione finita, un:" Tu sai perché, tu sai com'è!"
E poi magari la gente si organizza, prima che sia troppo tardi, e prepara uno SCIOPERO GENERALE AD OLTRANZA. Che magari inizi proprio nella valle e si diffonda in tutto il paese.
L'unica violenza è quella dello stato.

20110606

Il virus inizia a diffondersi...


Un giovane cosciente ha iniziato la diffusione del virus.
"ULTIMA TRASMISSIONE" ORA ANCHE IN STREAMING

Andate sul blog di BUIO D'INVERNO e scoprirete il link infetto!

Buona visione

20110512

Fukushima nn c'è +


A 2 mesi di distanza dall'inizio del disastro di Fukushima sembra tutto finito. Nn si parla più di niente. Una Chernobyl nn stop per 8 settimane nn sembra + preoccupare nessuno. Un area enorme del Giappone sarà deserta per sempre! E chissà a quali altre ripercussioni disastrose andremo in contro e chissà per quanto tempo...

Diamo aggiornamenti noi, almeno per pudore:

"Tre aggiornamenti da Fukushima, la catastrofe statica: la centrale nucleare è fuori controllo esattamente da due mesi e continua a rilasciare radioattività, anche se non più con l’intensità dei primi giorni. E non se ne vede la fine.

Prima notizia: oggi hanno individuato un’altra probabile perdita di acqua radioattiva nell’oceano Pacifico: stavolta dal reattore 3: e vedranno di chiuderla, come già l’altra.

Seconda notizia. Dalle immagini della webcam che riprende Fukushima si nota che l’edificio del reattore 4 pende quasi quanto la Torre di Pisa. Il problema non è il reattore (al momento del terremoto e dello tsunami non c’erano dentro le sbarre del combustibile), ma la sovrastante piscina di scorie: ovviamente radioattive.

Terza notizia. Una telecamera mandata a ispezionare la piscina di scorie del reattore 3 ha mostrato un mucchio di detriti ma non le scorie stesse. Dove sono finite? Le immagini, ora. E provo a spiegare.

La chiave di tutto potrebbe essere una delle esplosioni dei primi giorni. Esplosioni di idrogeno, si disse, innescate dalla scomposizione dell’acqua in ossigeno e appunto idrogeno a causa del calore fortissimo sprigionato dalla centrale non più raffreddata in seguito al terremoto e allo tsunami.

Verissimo. Ma una di quelle esplosioni, sviluppatasi nell’edificio del reattore 3, fu molto più potente e diversa dalle altre. Esperti indipendenti che successivamente hanno analizzato le immagini sono arrivati a una conclusione: in quel caso, l’esplosione di idrogeno ha probabilmente innescato una reazione nucleare nella piscina di scorie del reattore 3.

Lo dice ad esempio l’ingegnere nucleare Arnie Gundersen dell’associazione Fairewind. In fondo, come sempre, tutti i link.

Fu un gran botto. E l’edificio del reattore 4, giustappunto prossimo a quello numero 3, ora è in questa situazione. Notate la differenza rispetto alla riga azzurrina, che evidenzia la perfetta verticalità.

Voice of Russia ha intervistato il professor Robert Jacobs, esperto in storia nucleare, dell’Hiroshima Peace Institute, un’ente di ricerca annesso all’Università di Hiroshima. Egli attribuisce appunto i danni all’edificio 4 alla forte esplosione nell’edificio 3 e avverte che il deposito di scorie radioattive che si trova all’ultimo piano dell’edificio 4 è il più consistente fra tutti quelli situati a Fukushima: immaginate se mai venisse giù col resto… In fondo anche questo link.

L’ispezione con la telecamera di qualche giorno fa, tuttavia, ha mostrato che il deposito di scorie dell’edificio 4 – che tante preoccupazioni aveva causato all’inizio – è almeno per ora in condizioni relativamente buone, mentre invece sembra un cimitero bombardato il deposito di scorie dell’edificio 3, quello nel quale secondo Arnie Gundersen si è verificata una reazione nucleare.

Ecco le foto. tratte da Nuclear News. Sopra la piscina 3 e sotto la 4, nella quale sono ben visibili le cellette delle barre del combustibile esausto.

C’è una notevole differenza fra le due foto, senza dubbio. Dove sono finite le scorie della piscina 3? Mistero. Uno dei tanti misteri di Fukushima. Spiegazioni ufficiali: zero.

Ricordo i tempi di Chernobyl, 25 anni fa. I media dicevano (a ragione) tutto il male possibile dell’Urss, che forniva informazioni parziali e reticenti sulla catastrofe. Ora i giapponesi fanno esattamente la stessa cosa. Ma non li sento criticare dai media.

Su Reuters individuata un’altra possibile perdita di acqua radioattiva

Su Fairewinds un’esplosione di idrogeno ha probabilmente innescato una reazione nucleare nel deposito di scorie del reattore 3

Il video su Youtube dell’intervista rilasciata dal professor Robert a Voice of Russia. E’ tutto interessante, ma della situazione dell’edificio 4 si parla a partire dal terzo minuto della registrazione (via Enenews)

Da Nuclear News la prima ispezione al deposito di scorie del reattore 3

Fonte: http://blogeko.iljournal.it/

20110428

Il prezzo della pasta



Riproponiamo un servizio di Report che parla di Economia, quella vera, quella con la E maiuscola, da una parte, e dell'economia liberista predatoria e suicida dall'altra.
Il 50% del prezzo di un qualsiasi prodotto che acquistiamo se lo fotte la distribuzione, gli intermediari.
E chi credete che siano gli intermediari?
Sono queste pazze sanguisughe che devastano tutto per i soldi che gli permettono la loro triste esistenza, piena di consumi che denotano solo vuoti emotivi, ignoranza, e complessi.
Bisogna tagliare fuori queste sanguisughe capitaliste. Bisogna fare il piccolo sforzo quotidiano di procurarsi cibo e oggetti che escano da questa dinamica capitalista. Se no anche noi siamo responsabili della morte di centinaia di milioni di persone e della distruzione del nostro habitat. Sopratutto se è la nostra pigrizia borghese a indurci ad essere lassisti su questo nodo cruciale dell'esistenza. Le offerte dei supermercati sono come i patti con il diavolo, per un piccolo beneficio momentaneo uno si condanna alla dannazione eterna!
Risparmia 50 centesimi sul pacco di pasta, uccidi 200 bambini in qualche parte del mondo finanziando un trafficante d'armi, risparmia un euro sulle arance, devasta un bosco intero, inquina un fiume che dà da bere a migliaia di persone e animali, pur di avere un mobile Ikea a prezzi vantaggiosi...
Questi finti piccoli risparmi, provocano dei danni tremendi, delle conseguenze drammatiche.
É come se ogni volta che uno volesse fumare una sigaretta, incendiasse un bosco intero per accenderla. La proporzione beneficio/danno è la stessa.

Se prendessimo coscienza di quali e quanto atroci sono le conseguenze di questo nostro “innocente” agire...
Altro che votare per scegliersi chi ti schiavizzerà, la vera scelta Politica la si fa quando si acquista LA PASTA!
Economia dal basso. La soluzione ad ogni Default economico.
Speriamo arrivi presto, noi siamo pronti

20110423

Per fortuna che la Mafia c'è


In questo mondo capitalista sfrenato, secondo la Loro logica sucida di crescita infinita, noi dobbiamo essere grati alla N'Dranagheta, alla Camorra e a Cosa Nostra. Nn passerà molto che ci inizieranno a far passare il messaggio mediatico che in fondo la mafia fa bene, che è un patrimonio culturale ed economico da rispettare.
In effetti sono le uniche tre multinazionali veramente potenti che ci rimangono al mondo, forse solo l'Eni è ancora a un livello simile, anche per mafiosità intendo. La FIAT si da. Non è più una multinazionale italiana. E poi nn conta un cazzo già da tempo.

Le nostre tre mafie, sono il vero “Made in Italy” vincente. Di fatto sono l'unico motivo per il quale l'Italia nn è ancora stata cacciata del G8. Senza la mafia che cosa conteremmo ormai?

É logico che il nostro parlamento sia l'espressione di tutto ciò, l'espressione del vero potere forte di questo paese, delle grandi e potenti multinazionali italiane.

La N'Drangheta S.P.A, la Cosa Nostra Corporation e la Camorra System.

La N'Drangheta detiene il monopolio di tutto il traffico di cocaina mondiale. In quei 4 paesini di pecorari del cazzo c'è di tutto. Hanno pure carri armati e missili antiaerei nelle stalle della Locride. Se volessero potrebbero imporre una dittatura domani. Ma nn gli converrebbe, hanno già tutto ora, e sono + defilati. Perché creare problemi se la situazione adesso è già sotto controllo.

La mafia siculo-americana, invece, nell'immaginario della decerebrata collettività, è finita con il Padrino 3. Invece Cosa Nostra è continuata proprio da dove era finito il Padrino 3. Le famiglie italo-americane sono alla fine riuscite a legalizzare i loro “bisnéss”, e si sono convertite in brave persone, i figli dei padrini cruenti degli anni '70 sono i colletti bianchi di oggi, siedono nei consigli di amministrazioni delle Corporation e nn si sporcano mai le loro candide mani, ma continuano a giocare ad essere i padroni del mondo, in modo ancora + ipocrita e devastante però. Senza neanche quel romanticismo con connotati un po' libertari che ci hanno regalato i film di Coppola(il primo e il secondo ovvimente, il terzo è citato solo per convenienza narrativa, se nn lo avete visto NN FATELO!).

La Camorra ha insanguinato il centro di Napoli con decine di morti solo pochi anni fa. Mi ricordo qualcosa. Un ricordo seppellito da strati e strati di milioni di altre notizie. Il ricordo che quello fu un inverno lungo nei Quartieri Spagnoli, un natale di fuoco. Dove morirono anche innocenti. I nuovi assetti del dopo guerra hanno portato la Camorra ad avere un rapporto privilegiato con la “Nuova Prima Potenza Mondiale”, la Cina, e a controllare il porto di Napoli, che è il più grande accesso di materiale proveniente dalla Cina all'Europa. E a controllare la distribuzione della droga che importa la N'Drangheta. E l'affare dei rifiuti. E chissà quant'altro. Che poi sono tutte e tre interconnesse, ovviamente, 'ste cazzo di mafie.

Bisogna riuscire ad immaginare, per poter capire, che queste famiglie controllano quantità di denaro incredibili, si parla di MILIARDI di euro all'anno. Hanno più disponibilità economica loro di un Gheddafi qualsiasi. Potrebbero sostenere una guerra contro una grande potenza. Hanno tutto quindi. Possono comprare qualsiasi cosa.

Ma il ragionamento va un po' più in là. Chi ha disponibilità economiche così grandi? Cioè, se tu vivi sui 1000 euro al mese, ti confronti e relazioni e hai scambi economici con persone, per forza di cose, che si misurano sulle migliaia di euro al mese. Quelle che hanno i milioni nn li si vede, quelli si confrontano tra loro. Queste sono le caste del capitalismo, ovvio. Ma se tu hai MILIARDI di euro con chi li fai gli affari? Con gli stati, la chiesa cattolica romana e con le megamultinazionali. Le mafie, quindi l'economia nascosta, diciamo così, fuori dalle regole che i capitalisti si sono auto-imposti per dare una parvenza di democrazia alla nostra società, sono in realtà la via attraverso la quale il capitalismo fa tutto il lavoro sporco. Quindi le mafie sono assolutamente funzionali a questo sistema e agli stati che dicono di combatterle.

La Mafia esiste perché esiste lo Stato Democratico/Capitalista (disgressione:è evidente che una cosa nega l'altra, o il popolo ha il potere o c'è capitalismo, quindi il potere di sfruttare e prevaricare di pochi ai molti, quindi una democrazia basata su un sistema economico capitalista, nn è una democrazia ma è una STRONZATA), questo è dimostrato in modo inconfutabile dalla storia della repubblica italiana, dallo sbarco degli yankee ad oggi, la mafia nn è altro che l'altra faccia della medaglia Stato-Capitalista, uno degli strumenti dell'impero per la soggiogazione della provincia italica. Siamo in mano loro, il capitalismo italiano nn può fare a meno della mafia, la mafia è organica al sistema, senza di lei fallirebbe, e ci sarebbe il famoso e auspicabile default economico. Mi piacerebbe nn sentire più parlare di lotta alla mafia da parte dei capitalisti-buonisti, è come sentire un macellaio che ti parla di veganismo...

20110415


Fino a quando ad essere ammazzati saranno i Vik e a rimanere vivi e a parlare di stronzate saranno i Saviano di merda...

20110404

NOTIZIA! Guarda la tv e nn si accorge che il mondo nn c'è più...


La situazione in Giappone è sempre + grave. Ma nn sembra. Anzi, la notizia scala vertiginosamente nei notiziari sempre + all'interno, via via che passano i giorni, come se il pericolo fosse sempre minore.
Invece la situazione è sempre più grave, assolutamente fuori controllo. Si paventano conseguenze ben peggiori di quelle di Chernobyl e di quelle di Three Mile Island (A Three Mile Island, dove si evitò il disastro per il rotto della cuffia nel 1979, il nocciolo si fuse in parte, e stanno lì a raffreddarlo ANCORA OGGI).
Conseguenze disastrose, e nn solo per il Giappone, devastato PER SEMPRE, ma per tutto il pianeta.
Le emissione sono sempre maggiori, a quanto pare, o almeno così dicono i più grandi network imperialisti (NY Times, CNN, Washington Post, ecc..), quindi visto che nn hanno nulla da guadagnarci tendo a credergli.
Il mare di fronte alla centrale è contaminato in modo pazzesco, con dei livelli altissimi di radioattività, che devasteranno l'habitat di interi ecosistemi per decenni, come minimo.
Inoltre concentrazioni enormi stanno raggiungendo gli strati più alti dell'atmosfera. Quindi si stanno diffondendo in tutto il pianeta. E questo allo stato attuale. Ma considerato che la situazione è COMPLETAMENTE FUORI CONTROLLO, siamo solo all'inizio. Quali conseguenze pagheremo per tutto ciò? C'è qualcosa di più drammatico e scoraggiante di un disastro del genere?
Tutti nel mondo sono preoccupati, qua invece è tutto tranquillo.
Meglio nn parlarne. Tanto quando arriva la nube radioattiva come ci si difende? Meglio nn creare panico, stare zitti, se nn c'è soluzione inutile preoccuparsi... molto Zen come approccio...

Sono molto triste. Questi sono danni che nn si risolvono in un paio di generazioni, nn basta una rivoluzione, questi sono danni perenni, di una gravità pazzesca. Mai l'uomo ha avuto così alla portata di mano la distruzione totale del suo habitat come in questi ultimi decenni. Ma soprattutto mai l'umanità è sembrata più deficiente e inetta per affrontare un dramma del genere.
Se nn impariamo una buona volta a ribellarci a questo sfrenato capitalismo infame ignorante e incosciente (ne esiste un altro?) periremo tutti in modo osceno.
E ce lo meriteremo.


P.S.: Se vuoi una botta di ottimismo cinematografico scaricati il nostro primo film:ULTIMA TRASMISSIONE. Da questo stesso blog o da www.teleaut.it Diffondi il tuo malessere. Socializza la tua rabbia. Ostenta la tua irriverenza verso il potere!

Prima che sia troppo tardi...

20110331

Download gratuito del film "ULTIMA TRASMISSIONE"


Viene pigiato un tasto, sul tuo televisore si nota solo una impercettibile interferenza, poi tutto continua normale, come sempre… Inizia il tuo amato e tranquillizzante

Tg pre-serale, che un po' ti spaventa, un po' ti coccola e un po' ti sgrida.

Ma poi ad un tratto qualcosa di strano succede…

Un meta-film scandaloso entra nella tua casa senza che tu possa evitarlo, senza che nessuno possa impedirlo.

I PIRATI DELL'ETERE SFERRANO L'ATTACCO FINALE


Da questo link è possibile scaricare gratuitamente il film:


ULTIMA TRASMISSIONE


Para la versión con subtítulos en español este es el link


ULTIMA TRASMISSIONE SUB ESP


20110330

Plutonio a colazione



















La vita in Italia scorre normale come sempre. Nessuno si preoccupa + di tanto e chi ne parla lo fa per lo più in chiacchiere da bar.
Intorno a me tutto tranquillo.
Il Giappone è geograficamente molto simile all'Italia. Il Giappone è un isola, e l'Italia una penisola. Sono grandi pressappoco lo stesso e hanno una popolazione simile.
É come se al posto del terremoto dell'Aquila avessimo avuto una centrale nucleare in fusione...
Immaginatevi cosa fareste e come vi sentireste se il luogo dove foste nati e cresciuti fosse colpito da un disastro del genere. Provate a immedesimarvi per un po'!
Ieri hanno trovato PLUTONIO nel suolo attorno alla centrale. Questo può significare solo che il nocciolo del reattore che contiene il plutonio ha fuso. Leggo in giro che la quantità di plutonio radioattivo rilevata è bassissima. Che nn è pericolosa per la salute umana. Di PLUTONIO RADIATTIVO parlano.
Il governo giapponese ha dichiarato la massima allerta, a due settimane dall'inizio di questo immane sfregio al nostro habitat. Lo credo bene. Era ora...
La tolleranza del corpo umano, e della maggior parte delle forme di vite, sicuramente di tutte quelle macroscopiche, al plutonio, è ZERO. Nn può esistere un “livello bassissimo”. Anche un dose minima è fatale. Per il semplice fatto che è una sostanza assolutamente estranea alla nostra composizione biologica. Nn la tolleriamo e punto. In qualsiasi “dose”.
Per dare una dimensione della tragedia riporto questo dato: fino ad ora la radioattività riscontrata era prevalentemente composta da iodio-131, che decade del 50% dopo otto giorni, e da cesio-137, che decade della metà dopo 30 anni.
Una molecola di plutonio, per compiere lo stesso processo, impiega 24.000 anni.
Provate a pensare intensamente a cosa sono 24.000 anni. Cosa c'era 24.000 anni fa? Cosa ci sarà tra 24.000 anni? A Fukushima la sappiamo cosa ci sarà.


P.s. RICORDATE E DIFFONDETE. Dal 1 aprile finalmente il nostro film
Ultima Trasmissione
sarà SCARICABILE GRATUITAMENTE ONLINE
Tra pochissimo, tutti coloro i quali nn hanno ancora potuto sfogare un pò di rancore guardando il nostro film, lo potranno finalmente fare, da questo stesso blog!


20110321

Richter 9.9



AAAAAAAAAHHHHHHHHHHH
ODIO QUESTO PAESE!!!
AAAAAARRRRGGGGHHHH
Mmmh.
Anzi no.
Il paese in sé nn mi ha fatto niente. ODIO GLI ABITANTI DI QUESTO PAESE!
Me compreso ovviamente, mi sento uno schifo a far parte di tutto ciò.
SIAMO MERDA. Consumatori decerebrati senza ritorno. Zombi del Monitor.
Vedo coglioni che corrono per la città con la bandiera tricolore, vedo coglioni che sventolano il tricolore dalle finestre, dalle macchine. Vedo un paese di coglioni. Di tutte le età. Che festeggia qualcosa di cui nn sa nulla mentre allegramente si è deciso di iniziare un' altra guerra!
E noi siamo, di nuovo, il trampolino di lancio di una GUERRA IMPERIALISTA PER IL PETROLIO.
E siamo felici, complici felici dei massacri presenti passati e futuri, fatti per beneficio dell'impero, dalla nostra oligarchia. Nella beata ignoranza di ciò che ci succede intorno. Ad aspettare di tornare a casa dopo una giornata da schiavi a vederci la nostra serietibbù yankee del cazzo, o la nostra dose quotidiana di anti e anti-anti-berlusconanismo, il tutto per poter spegnere il cervello... mai spegnere il cervello! MAI!
A lavoro, se va bene, il tuo cervello è al servizio del padrone, a casa lo si spegne... poi si dorme. Per te stesso va a finire che di cervello nn ne usi mai niente...
Di conseguenza si inizia a sentire la gente che dice e pensa esattamente quello che la Tibbù professa, che bisogna aiutare i ribelli, che nn è una guerra, che è una no-fly zone, che nn bombardano. Nn sanno un emerito cazzo! Nn leggono una minchia se nn il "Corriere della Repubblica" online, e questo a loro gli dà già la convinzione di essere informati!
Io questa gente nn la voglio vedere, io questi sub-umani nn li frequento nella mia vita, è il lavoro che me li impone! BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
Dopo aver letto l'editoriale scoreggia di scalfari si atteggiano anche a saccenti sul tema. Sono ignoranti-arroganti, che nn conoscono che l'ITALIANO, la lingua della PURA RAZZA ITALIANA!
La lingua di un popolo morto, quindi a tutti gli effetti una lingua morta. Che nn serve a un cazzo, nella quale nn trovi nulla! Se conosci l'inglese hai accesso alla rete, a molta rete. Ma potresti anche imparare l'arabo, o il cinese, e arriveresti ad altre reti, alle quali neanche con l'inglese avresti accesso, e a miliardi di altre persone. O lo spagnolo. Lo spagnolo anche ha un bacino di almeno 1 miliardo di persone, e più...
Ma no. A noi orgogliosamente basta l'italiano.
E i vecchi Obesi-Borghesi colti che a scuola hanno imparato il francese?
IL FRANCESE!! Ahahah!
Sprofondiamo nell'ignoranza arrogante e saccente del deficiente.
Mi auguro un democraticissimo Richter 9.9 per questo paese. Quanto prima. Mi sembra che se aspettiamo che QUESTO popolo faccia la rivoluzione stiamo freschi.
Magari sarà un aiutino di Madre Terra a salvarci.
Vado a prepararmi.

P.s. RICORDATE E DIFFONDETE. Dal 1 aprile finalmente il nostro film
Ultima Trasmissione
sarà SCARICABILE GRATUITAMENTE ONLINE
Tra pochissimo, tutti coloro i quali nn hanno ancora potuto sfogare un pò di rancore guardando il nostro film, lo potranno finalmente fare!

20110310

Il nostro Film ONLINE

Per tutti quelli che nn lo hanno ancora potuto vedere, prestissimo ONLINE il nostro film!
Fate girare la voce, scaricabile gratuitamente dalla rete.
A GIORNI
FINALMENTE
Uno sfogo collettivo x un paese putrefatto!

TeleAut presenta:
ULTIMA TRASMISSIONE

Dal 1 aprile, ONLINE

20110306

Elettori, Elettrici!

video

Poi si dice che la maggioranza degli italiani sono coglioni perché votano il nano complessato.

Come se il problema fosse ancora il voto o la democrazia rappresentativa...

Per puro divertimento dileggiatore, analizziamo lo stesso questo servizio tratto dalla Tibbù. Nello specifico è stato trasmesso da quell'imperialista infame leccaculo con la faccia da nerd segaiolo che presenta Ballarò.

In questo filmato vediamo una vecchia che rappresenta benissimo almeno la metà dell'elettorato medio del centrodestra, dall'altra parte c'è un'inutile pdina, ma oggi concentriamoci sulla prima categoria. Persone per lo più anziane, che sono nate in un mondo senza internet, senza computer né telefonini, e che hanno visto la loro esistenza, schiacciata da una globalizzazione fagocitante, cambiare in modo incredibile. Vecchi che nn hanno altra informazione, altra finestra sul mondo, che quella di Vespa, o Fede o Minzolini...

Centriamoci sul personaggio. Questa è proprio 'na vecchiaccia schifida di quelle che quando ti capitano come vicine di casa ti rendono la vita un inferno. Le persone affette da quest'ignoranza mista alla frustrazione malevola tipica dei complessati repressi, con l'aggiunta della paura che si impossessa delle persone ormai con un corpo fragile e quindi poco protette, sono il target della destra berlusconiana. Quest'elettorato è INAMOVIBILE. Nn lo convinci manco con mille annozeri sparati tipo Grande Fratello a tutte le ore del giorno, neanche con un Travaglio ficcato nel culo di ogni Cittadino Italiano che ti blatera del nano 24h su 24. Per loro tutto è bianco o nero, e se tu sei nero devi morire. Punto. Nn si può ragionare con l'incoscienza.

E poi l'altra metà sono quelli che ci guadagnano qualcosa, e i voti di scambio, cioè i voti comprati dalle mafie o i potentati locali. E mi sembra che anche qui fino a quando il nano mafioso nn tradisce, quelli sono voti sicuri.

Questi sono gli elettori/elettrici del centrodestra.

Nonostante tutto il nano complessato raccoglie alle politiche, solo con il suo partito, nn più di 7-8 milioni di voti. Il 10/15% della popolazione italiana. Altro che MAGGIORANZA!

Ma questa nn è altro che la Democrazia. La Democrazia Rappresentativa.

Per quanto Travaglizzassimo l'Italia trasformandola in uno stato SOCIALNAZIONALDEMOCRAPITALISTICOPERFETTOBUONISSIMO, sempre che ci si basi su "libere elezioni" ci si dovrà scontrare con questo zoccolo duro e coesissimo, oltre a tutti gli altri ominicchi, ruffiani e Quaquaraquà vari...

Fino a quando continueremo a credere che un cambio politico cambierà la nostra vita, nn succederà mai niente di utile.

Fino a quando nn si tornerà a lottare per sovvertire il sistema economico capitalista in primis, di nuovo in questo paese, continueremo ad affondare verso il baratro.

E il baratro nn è altro che la distruzione del nostro habitat, e visto che siamo quasi 7.000.000.000 di pulci umane a infestare questa Madre Terra allora i guai nn mancheranno...

Vado a prepararmi.

20110129

Quaquaraquà! Quaquaraquà! Quaquaraquà!




L'altro giorno un sub-umano mi ha dato dell'antisemita!! E io gli ho chiesto: "Ma tu sai chi sono i semiti?"
Vi siete mai fatti questa domanda, e se no, come fa uno a essere antisemita se manco sa cosa sono i semiti?

Definizione di Semiti: I Semiti sono tutti i popoli che parlano, o hanno parlato, lingue collegate al ceppo linguistico semitico (tra questi Arabi, Ebrei, Cananeo-Fenici, Cartaginesi, Maltesi).

Io nn ho mai avuto niente contro i cartaginesi o i maltesi, ne contro gli arabi, i fenici mi sono sempre stati ultra simpatici, e il mio disprezzo verso ogni tipo di fanatismo religioso, attaccato a miti arcaici ridicoli, è sempre stato uguale verso i cattolici, come gli ebrei o i musulmani.
Quindi di che cazzo stiamo parlando? Ovviamene il sub-umano dopo aver sparato la sua sentenza da CerebroTVLeso nn ha ascoltato nessuna risposta ragionata, la sua sentenza gli è bastata per definirmi e dargli la tranquillità di tornare alla sua esistenza insulsa.
Questi sub-umani sono imbattibili, sono i veri nemici, né destra né sinistra, l'unica lotta è fra la coscienza e l'incoscienza, tra gli uomini e i quaquaraquà. Gli ultimi sono uno zoccolo duro e coeso, sono l'ignoranza mista alla malvagità che solo l'umanità disumanizzata può raggiungere.
Nn c'è buonismo che possa sconfiggerli, nn c'è scandalo che possa scalfirli.
Da notare è che l'uomo può fare a meno del quaquaraquà, anzi vive felice lontano da tali soggetti, mentre il quaquaraquà nn può fare a meno degli uomini, ne ha bisogno per la sua sussistenza! Quindi l'unica lotta pacifica è l'indifferenza. Tutti gli uomini devono disprezzare i quaquaraquà e nn concedergli nulla. Dobbiamo farli marcire nei loro complessi, nelle loro miserie e nella loro infelicità. I complessati sono violenti e incattiviti, se nn li arginiamo alla fine ci attaccheranno, quando vedranno il loro dominio vacillare.
E se arriveremo a quello cadremo nella tragedia di una guerra civile. Sarà necessario? Iniziamo ad arginarli fin da ora, nel lavoro, in famiglia, e in ogni ambito della nostra quotidianità. E se poi dovremo combattere facciamoci trovare pronti!

20110127

La memoria dei nuovi genocidi



















La memoria a senso unico, dove si parla di Shoah, cioè degli ebrei, e nn di tutti gli altri morti ammazzati. Rom, Sinti, prigionieri politici, omosessuali, ecc.
Tutti ammazzati dalla macchina di morte nazista.
Ma il ricordo è perpetrato da chi conta, cioè dai figli e i nipoti arricchiti, solo economicamente, dalla tragedia dei loro antenati, ora loro stessi aguzzini e genocidi di altre popolazioni. Il giorno della memoria nn è altro che un parapetto dietro il quale i nuovi genocidi si permettono eguali barbarie.
PALESTINA LIBERA!
Basta con le menzogne
Israele, costola dell'imperialismo Yankee, è il nuovo nazismo!
L'antisemitismo è una favola raccontata dagli stessi sionisti, per continuare a fare le vittime, mentre massacrano esseri umani inermi QUOTIDIANAMENTE da decenni.